giovedì 1 marzo 2018

recensione pennarelli ad alcool Tiger

Buongiorno a tutti!
Bologna è sotto una nevicata stupenda e dalla finestra della mia craft room
 si vedono scendere tanti bellissimi e soffici fiocchi bianchi... 
beh lavorare così è tutta un'altra cosa!

Oggi vi faccio vedere qualche prova fatta con i pennarelli ad alcool Tiger, 
acquistati in occasione della fiera Mondo Creativo dello scorso week end.
Vorrei parlarvene un po' perchè è davvero un prodotto particolare. 
Lo sapete non recensisco mai nulla.. ma in questo caso mi sembra interessante!!

Per prima cosa vediamo cosa sono nello specifico.

Sono pennarelli a base alcoolica, a doppia punta, 
in 24 colori, prezzo 24 euro totali.
Sono 8 confezioni da 3 sfumature. 
I colori base ci sono praticamente tutti, più qualcuno per sfumare.

Eccoli qui

Sono colori molto accesi, carichi e appariscenti, 
ma perfetti per colorare fiori, animaletti, 
pesci e creature fantastiche come draghetti.

I colori riportati sul tappo sono indicativi, 
dobbiamo considerare circa due toni più scuri per avere il colore reale.

Non sono assolutamente adatti per colorare timbri di personaggi come Tilda o Gorjuss... non hanno nessuna sfumatura adatta alla pelle.
Anche se sto comunque studiando modi e trucchi per poterle ricavare.

Ora parliamo dei supporti. La carta più adatta è quella extraliscia Fabriano.
Sulla carta da acquerello Canson  tendono a spandersi oltre i bordi del disegno, 
anche se questa cosa è facilmente risolvibile se il timbro viene embossato 
e quindi si crea un bordino rialzato, che impedisce al colore di 'evadere'.

Il loro meglio lo danno comunque sull'acetato
Questa caratteristica è dovuta al fatto che, prima dell'avvento delle nuove tecnologie, questi pennarelli venivano usati per colorare i cartoni animati. 
Infatti i fogli preparatori venivano disegnati e colorati su fogli successivi di acetato 
e servivano colori che fossero d'impatto, ma che dessero anche la giusta lucentezza.

Vediamo un po' la differenza di effetto:


Questa è su Canson acquerello 280g\m2 semiruvido.
Si sfumano benissimo tra loro, 
se si usa la tecnica dei passaggi successivi e dei tocchi a pennellata. 
La procedura base è quella di partire dalle parti più scure 
e deviare via via verso la tonalità più chiara; tornando poi allo scuro 
per accentuare le ombre che saranno state schiarite 
dai passaggi successivi dei colori chiari.
Il problema qui nasce quando devi sfumare a scomparsa. 
Cioè è impossibile partire dal colore e arrivare al bianco, 
anche se si riesce ad avvicinarsi con un piccolo trucchetto, 
sfumare l'ultimo colore chiaro con il  n 21, che è un grigio molto chiaro.

Vediamo invece l'acetato:


Qui il timbro è stato embossato. Questo perchè il colore si spande molto facilmente. 
Qui le sfumature sono molto più semplici. 
Basta calcare di più o di meno a seconda della tonalità che si vuole ottenere. 
I colori restano bagnati più a lungo, 
permettendo di miscelarli e di sfumarli in maniera molto più semplice. 
Inoltre si possono sfumare ancora di più utilizzando uno straccetto imbevuto di alcool, ottima tecnica per fare gli sfondi ad esempio. 
Stendendo prima il core di sfondo con la punta grossa, poi passando lo straccio, 
si possono creare effetti molto sfumati.

Per concludere direi che non dobbiamo assolutamente dimenticare 
che sono comunque pennarelli di fascia molto economica 
e quindi non dobbiamo aspettarci prestazioni di serie A. 
Sono un buon prodotto se si usano nel modo giusto e con le giuste aspettative.
Mi sento di consigliarli a chi come me, 
al momento non può permettersi pennarelli più costosi come Copic o similari,
 per cominciare a fare esercizio, ottenere qualche bella soddisfazione 
in attesa di tempi migliori.

Spero di essere stata utile ed esaustiva e magari vi aspetto 
per un prossimo tutorial per la colorazione con questi pennarelli. 

A presto 
Kisses
*****
Veronica

2 commenti:

  1. Grazie Veronica per la recensione. Ogni volta che passo da Tiger sono indecisa se prenderli o no, adesso ho le idee più chiare.
    A presto
    Nunzia

    RispondiElimina
  2. Ho fatto esattamente la tua stessa scelta nel prenderli......... Quelli famosi, e costosi, per ora nemmeno li prendo in considerazione visto che non sono affatto brava, ma per i miei lavori adesso, questi vanno BENISSIMO!!!! ;-)
    Kisssssssssssssssssssssssssss

    RispondiElimina

Lasciate qui i vostri commenti, sarò felice di leggervi!!