mercoledì 23 marzo 2016

Il materiale scrap dalla A alla Z - lettera E

Buongiorno!!

Proseguono gli appuntamenti del mercoledì con la rubrica del materiale per i nostri progetti scrap.
Oggi è il giorno dedicato alla lettera E

E come EYELETS
Tanto per dirla in italiano, gli 'occhielli' da calzolaio.

Risultati immagini per eyelets

Ne abbiamo già accennato parlando della borchiatrice (qui).
In ogni caso è bene spendere qualche riga più specifica.
Ne esistono di molto resistenti ed economici nell'ambito della calzoleria (tanto per intenderci sono quelle borchiette metalliche che trovate nelle scarpe da tennis dove infilate i lacci, come anche nelle cinture dove infilate la linguetta della fibbia).
Quelle per lo scrap sono invece reperibili in infinite tonalità di colori e anche di svariate forme.
Anche le dimensioni possono essere variabili, ma devo dire che la piccola con foro da 0.4 cm è forse quella che più si adatta alle applicazioni scrap.
Si utilizzano soprattutto per:
-rinforzare i fori delle tag
-abbellire pagine
-unire più cartoncini insieme senza l'uso di colla
-fissare tasche o altri abbellimenti alle pagine scrap
-preparare fori per la rilegatura delle pagine di album scrap
La loro applicazione con le apposite pinze è piuttosto semplice e anche duratura. La borchia infatti crea un vero e proprio 'sandwich' dal quale la pagina fatica a scappare.  La pinza applica una borchia sul davanti e una controborchia sul retro con la pagina nel mezzo. Quella sul retro ha dei piccoli dentini a punta che prima perforano la carta e poi si conficcano in una piccola gola all'interno del bordo della borchia superiore. 
Impedisce innanzitutto che l'usura strappi il foro e facilita l'inserimento e lo scorrimento di cordoni, anelle e rilegature.
Io ne consiglio l'applicazione soprattutto nelle tag segnalibro e negli album ad anella, dove sarebbe veramente poco duraturo il solo foro.
Per quello che riguarda invece l'uso come abbellimento.. beh, non c'è limite alla vostra fantasia, quindi seguitela!!!

E come ENAMEL DOTS
Sono delle perline in materiale plastico più o meno gommoso che fondono a contatto con il calore.
Le sue applicazioni sono svariate, ma qui parleremo di quelle legate ovviamente allo scrap.
Si utilizzano sostanzialmente come mezze perle. 
La perla infatti nasce come un cilindretto bucato, a contatto con il calore (del ferro da stiro, del forno, del soffiatore da embossing, a seconda del tipo di Enamel) si scioglie e collassa di fatto su se stessa, creando una 'cupolina' di colore, che una volta raffreddata, diventa una bellissima mezza perla.
Hanno il vantaggio di essere economiche, leggere, facili da fare.
Possono essere utilizzate da sole come decoro, combinate per creare disegni, scritte ecc....
Molto utili come centri dei fiori come nel caso dell'applicazione che ne ha fatto la mia amica Myriam del blog Creadivertendo 


Come vedete sono perfetti anche a questo scopo.
Molto pratici quindi e anche di facile reperibilità. Si trovano in quasi tutti i negozi di hobbystica, on line, e nei negozi IKEA.


 Anche per oggi abbiamo concluso,
io vi saluto e vi do appuntamento a mercoledì prossimo con una nuova lettera
e a prestissimo con nuove ispirazioni.
Kisses
*****
Veronica




3 commenti:

  1. Ma stai già alla E? Mi devo andare a leggere il resto.
    Comunque gli eyelets mi mancano... prossima spesa?

    RispondiElimina
  2. Non le conoscevo queste cosine, grazie!!

    RispondiElimina
  3. Mi piacciono troppo questi occhielli,me li sono presa di tutti colori!Ora devo pensare come usarli!

    RispondiElimina

Lasciate qui i vostri commenti, sarò felice di leggervi!!